Bellissima Verona nel nord Italia

La Storia e la Citta'

Nel nord della penisola italiana, a metà strada tra Venezia e Milano, troviamo la bella Verona. Infatti, è una vera e propria perla tra le città italiane. La Bellissima Verona, nel nord Italia, attira molte persone. In tutto il mondo ne hanno sentito parlare, soprattutto grazie a Shakespeare, che l’ha resa famosa per la tragica storia di due amanti, Giulietta e Romeo, e con un’altra delle sue commedie, meno conosciuta della precedente: I due Signori di Verona.

La città si trova tra il fiume Adige e i Monti Lessini ed ha una storia antica e millenaria.

Ha le sue radici che invertono la storia antica! In primo luogo, si è sviluppata tra il IV e il III secolo a.C. In secondo luogo, è diventato un municipium romano nel I secolo AC. E poi, crebbe rapidamente d’importanza. C’è un bellissimo anfiteatro romano costruito nel I secolo DC. dall’imperatore Nerone, dove si incontrano tutti gli appassionati di musica lirica.

L’acustica è perfetta e le 30.000 persone che ascoltano non hanno bisogno di un sistema di altoparlanti!

Nel V secolo Verona fu occupata dal re ostrogoto Teodorico I, che ne fece la sua capitale.
E poi, dai Longobardi; nel 774 arrivò Carlo Magno, re dei Franchi.

All’inizio del XII secolo divenne comune autonomo. Prosperava sotto il dominio degli Scaligeri e in particolare sotto quello di Cangrande I (Gran Khan). Voleva costruire un impero che comprendeva tutta l’Italia settentrionale, ma morì prima del suo tempo. Non riuscì a realizzare il sogno che aveva coltivato con l’amico Dante Alighieri. Dante è uno dei più grandi poeti italiani e autore della Divina Commedia.

Una meta veneta da non perdere

Quando nel 1921 riaprono la tomba di Cangrande, con il suo corpo trovarono all’interno un mantello ricamato con fili di seta, oro e argento di origine cinese, con draghi e fiori di loto, forse arrivati sulla via della seta fino a Venezia e poi a Verona. Oggi si può ammirare al Museo di Castelvecchio. Nel centro della città troviamo l’antico insediamento romano protetto da un’ansa del fiume che contiene una delle più ricche collezioni di rovine romane del nord Italia.

Tra i resti superstiti di questo periodo sono la porta della città, Porta Borsari. Ma anche i resti di Porta Leoni; l’Arco dei Gavi, smantellato durante il periodo napoleonico e ricostruito accanto a Castelvecchio negli anni ’30; il Ponte Pietra; il teatro romano e l’Anfiteatro dell’Arena.

Oggi la città è Patrimonio dell’Umanità, come stabilito dall’UNESCO.
Le dolci colline che circondano Verona producono alcuni dei migliori vini d’Italia, come il Valpolicella superiore, l’Amarone e il suo passito, il Recioto, oltre ad una grande varietà di vini bianchi. Boccaccio ha parlato di questi magnifici vini già nel XIV secolo e ancora oggi ne mantiene l’integrità.

Poi, il cibo che accompagna i vini è davvero straordinario, a Verona troviamo molte specialità culinarie riconosciute da secoli, a base di carne e pesce del vicino Lago di Garda e del fiume Adige. Molti dei turisti che arrivano a Verona sulla strada per Venezia poi si pentono di aver programmato solo due o tre giorni per questa bella città e promettono di tornare a esplorarla meglio.

Vi è piaciuto il nostro articolo su Bellissima Verona nel nord Italia?
Potete trovare contenuti simili qui sotto.

Infine, ricordatevi di condividere con gli amici sui social media!

Booking.com

Position

X